Nuovo spunto rialzista per Milano e gli altri Eurolistini

(Teleborsa) – Lieve aumento per il FTSE MIB, al pari delle principali Borse Europee.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,183. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.879,1 dollari l’oncia. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 40,74 dollari per barile, con un calo dello 0,92%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a +117 punti base, con un lieve calo di 1 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,63%.

Tra le principali Borse europee bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,42%, Londra è stabile, riportando un moderato -0,2%, e sostanzialmente tonico Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,46%.

Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 20.886 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 22.701 punti.

Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,36%); in lieve ribasso il FTSE Italia Star (-0,29%).

Servizi finanziari (+1,48%), bancario (+1,33%) e assicurativo (+1,10%) in buona luce sul listino milanese.

Nel listino, i settori immobiliare (-1,45%), sanitario (-1,38%) e telecomunicazioni (-0,52%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, su di giri BPER (+3,14%).

Acquisti a piene mani su Pirelli, che vanta un incremento del 2,32%.

Effervescente Poste Italiane, con un progresso del 2,31%.

Incandescente Azimut, che vanta un incisivo incremento del 2,18%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Atlantia, che ottiene -3,36%.

Crolla Amplifon, con una flessione del 2,74%.

Preda dei venditori Inwit, con un decremento dell’1,37%.

Si concentrano le vendite su Interpump, che soffre un calo dell’1,14%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Tinexta (+4,88%), Ferragamo (+4,64%), Datalogic (+4,51%) e Maire Tecnimont (+4,04%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Carel Industries, che continua la seduta con -2,53%.

Vendite a piene mani su De’ Longhi, che soffre un decremento del 2,22%.

Vendite su Zignago Vetro, che registra un ribasso dell’1,97%.

Seduta negativa per MARR, che mostra una perdita dell’1,66%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:

Venerdì 13/11/2020
08:45 Francia: Prezzi consumo, mensile (atteso -0,1%; preced. -0,5%)
08:45 Francia: Prezzi consumo, annuale (atteso 0%; preced. 0%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso -0,9%; preced. -0,4%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,5%; preced. 0,2%)
11:00 Unione Europea: PIL, annuale (atteso -4,3%; preced. -14,8%).

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo spunto rialzista per Milano e gli altri Eurolistini