NPL, Padoan: su coperture la BCE va oltre sue competenze

(Teleborsa) – “A nostro avviso l’addendum della BCE sulla copertura delle sofferenze bancarie va oltre i limiti che sono stati definiti per la Sorveglianza bancaria unica in materia di vigilanza nel senso che viene prefigurato un vincolo generalizzato per il sistema bancario nella gestione dei non performing loans mentre questa dovrebbe riguardare casi singoli, banca per banca: pensiamo ci sia dal punto di vista legale qualche forzatura”. Lo ha detto il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan al termine dell’Ecofin, confermando di fatto la posizione del governo italiano sulle indicazioni della Banca centrale europea per la copertura integrale degli NPL.

Sulla questione dei crediti deteriorati, nell’Eurogruppo “sono intervenuto sostenendo aspetti di metodo e di merito”, perché “l’addendum va oltre i limiti istituzionalmente definiti dall’azione” della BCE – ha spiegato il titolare del discastero -. Gli interventi sugli NPL vanno fatti “in tempi ragionevoli che evitino di generare nuove fragilità” – ha aggiunto Padoan – sottolineando di essere stato l’unico a prendere la parola sul tema durante l’Eurogruppo, mentre gli altri ministri non si sono espressi.

I Ministri delle Finanze si sono riunti oggi, 7 Novembre, a Bruxelles, per discutere della crescita economica. All’ordine del giorno, anche la vigilanza finanziaria e l’incoraggiamento all’integrazione del mercato dei capitali.

NPL, Padoan: su coperture la BCE va oltre sue competenze
NPL, Padoan: su coperture la BCE va oltre sue competenze