Nozze BPM-Banco Popolare, nuovo round a Francoforte

(Teleborsa) – La fusione tra la Banca Popolare Milano e il Banco Popolare resta sotto i riflettori del mercato.

Secondo indiscrezioni stampa, peraltro ancora non smentite dai due istituti, l’amministratore delegato Giuseppe Castagna di BPM e Pier Francesco Saviotti del Banco Popolare sarebbero attesi domani alla BCE, dove la Vigilanza unica si esprimerà sull’ultima versione del piano di fusione dei due istituti. 

Il vertice di domani dovrebbe essere dunque decisivo per superare gli ultimi ostacoli al matrimonio tra le due banche, mentre lo scoglio di un aumento di capitale sembra ormai scongiurato. “La fusione tra Banco Popolare e BPM se si farà si farà senza bisogno di aumento di capitale” aveva detto con convinzione di recente l’amministratore delegato dell’istituto veronese, Saviotti, spiegando che “se la BCE dovesse chiedere una ricapitalizzazione la fusione non si fa più”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nozze BPM-Banco Popolare, nuovo round a Francoforte