Notizie dal Forex 8 giugno 2017

(Teleborsa) – EUR/USD
Si consolida il recupero dell’euro nei confronti del biglietto verde nel giorno in cui la BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse. Come da attese l’Eurotower ha tagliato le previsioni sull’inflazione rimandando di fatto il tapering, ovvero la riduzione di stimoli monetari, come invece chiesto più volte dai vari “falchi”. Il cross eur/usd vale 1,1222 dollari e il primo livello di resistenza è visto in area 1,1260.

USD/YEN
Perde terreno il dollaro nei confronti dello yen che funge da asset rifugio per gli investitori in un momento ricco di importanti spunti economici e politici. C’è cautela per il voto britannico e per l’audizione al Senato dell’ex direttore FBI James Come, licenziato dal Presidente USA Donald Trump mentre la BCE ha lasciato invariati i tassi e tagliato le stime sull’inflazione. Il cross usd/yen scambia a 110,03 yen. Il primo livello di supporto è visto a 109,51.

GBP/USD
La sterlina si conferma debole nei confronti del biglietto verde in un clima di incertezza per l’esito dei risultati elettorali nel Regno Unito che arriveranno soltanto domani mattina. Con il voto, il premier Theresa May punta a rafforzare il proprio mandato e la maggioranza dei Tory in vista della difficile trattativa per evitare di riscrivere la strategia di uscita dall’UE. Il cross scambia a 1,2920 dollari e il primo livello di supporto è visto a 1,2897 dollari.

EUR/YEN
In forte discesa l’euro nei confronti dello yen che dal canto suo beneficia della sua natura di bene rifugio in una settimana ricca di importanti spunti economici: dal voto britannico all’audizione al Senato dell’ex direttore FBI, licenziato dal Presidente USA Trump mentre la BCE ha lasciato invariati i tassi e tagliato le stime sull’inflazione. Il cross scambia a 123,47 yen cede oltre l’1% su base settimanale. Il primo livello di supporto è visto a 123,06.

Notizie dal Forex 8 giugno 2017