Notizie dal Forex 28 giugno 2018

(Teleborsa) – EUR/USD
L’euro si muove in trading range nei confronti del biglietto verde dopo aver compiuto un veloce recupero in settimana rivedendo la soglia di 1,17 dollari. Non sono previsti imminenti aumenti del costo del denaro in Europa e per vedere il primo rialzo bisognerà attendere almeno sino a ottobre 2019. La conferma arriva da un banchiere della BCE, citato dal Wall Street Journal. Il Presidente Draghi aveva già promesso tassi fermi sino a metà dell’anno prossimo. Il cross eur/usd scambia a 1,1588 dollari, con la prima area di supporto vista a 1,1543.

USD/YEN
Il biglietto verde si muove con debolezza sullo yen e scambia a 110,11 con un peggioramento verso la prima area di supporto vista a 109,90. Intanto a catalizzare l’attenzione del mercato resta l’evolversi del quadro diplomatico legato alle tensioni commerciali tra USA e partner internazionali.

GBP/USD
Segnali di debolezza per la sterlina che viaggia a 1,3073 dollari con un peggioramento che potrebbe aprire al primo livello di supporto stimato a 1,3052. Tuttavia una risalita della divisa britannica, fino alla resistenza prossima a 1,108 dollari, potrebbe essere innescata dalla Bank of England che recentemente ha cambiato il suo atteggiamento generale: nelle ultime dichiarazioni, infatti, è risultato più aggressivo del previsto.

EUR/YEN
L’euro è in calo nei confronti dello yen, quest’ultimo considerato valuta rifugio sulla scia dell’incertezza legata alla guerra commerciale globale dopo che si sono alzati i toni degli Stati Uniti nei confronti dei suoi partner commerciali. Il cross eur/yen scambia a 127,61 debolezza che potrebbe portare ad un peggioramento fino al supporto più immediato visto a 127,20.

Notizie dal Forex 28 giugno 2018