Notizie dal Forex 26 gennaio 2017

(Teleborsa) – Euro in rialzo nei confronti del biglietto verde supera quota 1,07 dollari approfittando di un dollaro spento. L’euro reduce da una settimana di grandi eventi, a cominciare dalla riunione della BCE e dall’assenza di novità portate da Mario Draghi, scambia a 1,0730 dollari. Eventi dunque attesi e che non hanno portato grandi variazioni sul cross. Il primo supporto di resistenza è visto a 1,0705 dollari.

Il dollaro guadagna nei confronti dello yen, grazie alle parole aggressive della Yellen sui prossimi rialzi dei tassi Fed. Anche il discorso inaugurale di Trump, come era lecito attendersi, non ha provato reazioni particolari sulla valuta, che ha accolto il suo nuovo presidente chiudendo la giornata in lieve ribasso. Anticipazione del ribasso o falso allarme? Intanto il biglietto verde scambia a 114,25.

Torna a salire la sterlina nei confronti del dollaro, entrambi protagonisti nel mercato del Forex: pesano i provvedimenti di Trump e la sentenza della Corte Costituzionale inglese. Il biglietto verde ha subito un deprezzamento dovuto principalmente alle misure protezionistiche del nuovo presidente americano a cominciare dal ritiro del TPP. La Corte Suprema ha deciso che il Parlamento avrà l’autorità legale per approvare l’uscita del Regno Unito dall’UE. Il cross sterlina/dollaro scambia a 1,2588.

Euro in rialzo nei confronti dello yen guadagna lo 0,64% scambia a 122,59. Lo yen ha beneficiato del suo carattere difensivo e si è apprezzato significativamente mentre Donald Trump ha assunto il potere. Gli investitori temono soprattutto le possibili politiche protezionistiche del nuovo presidente dopo che il Tycoon ha sottolineato più volte che metterà “l’America al primo posto”. Il primo supporto di volume è posto a 121,94.

Notizie dal Forex 26 gennaio 2017
Notizie dal Forex 26 gennaio 2017