Nord Stream, il Cremlino: “Forniture gas riprenderanno solo con revoca delle sanzioni”

(Teleborsa) – I problemi con le forniture di gas all’Europa attraverso il Nord Stream continueranno fino alla revoca delle sanzioni che impediscono la manutenzione dei macchinari del gasdotto. È questa – secondo quanto riporta l’agenzia russa Interfax – la posizione espressa dal portavoce del Cremlino Dmitri Peskov.

“Sono proprio le sanzioni – ha detto Peskov – che impediscono la manutenzione delle unità, che impediscono il loro spostamento senza adeguate garanzie legali, che impediscono queste garanzie legali e così via. Sono queste sanzioni che gli Stati occidentali hanno imposto che hanno portato la situazione a quello che stiamo vedendo ora”.


A livello europeo, intanto, in vista dell’inverno si stringono accordi per far fronte alla crisi energetica. Dopo un colloquio con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, il presidente della Francia Emmanuel Macron ha annunciato ieri la nascita della “solidarietà franco-tedesca sull’energia”. Un’alleanza che porterà gas francese verso la Germania, elettricità prodotta in Germania verso la Francia.

“La Germania – ha spiegato Macron – ha bisogno del nostro gas e noi abbiamo bisogno dell’elettricità prodotta nel resto dell’Europa, e in particolare in Germania. Contribuiremo alla solidarietà europea in materia di gas e beneficeremo della solidarietà europea in materia di elettricità nelle prossime settimane e mesi, questo si tradurrà dal punto di vista franco-tedesco in modo molto concreto. Finalizzeremo nelle prossime settimane i necessari collegamenti per poter fornire gas alla Germania se c’è un bisogno di solidarietà e ogni volta che ce ne sarà. Fin da oggi, per la prima volta da molto tempo, la Francia è esportatrice di gas verso il resto dell’Europa. Rafforzeremo questo aspetto e ci metteremo in grado di essere solidali sul piano del gas con la Germania se l’inverno sarà difficile e se loro ne avranno bisogno. Allo stesso modo – ha proseguito il presidente francese – la Germania si è impegnata ad una solidarietà elettrica nei confronti della Francia e si metterà nella situazione di avere più elettricità e soprattutto di fornirci, nelle situazioni di picco, la sua solidarietà elettrica. Questa solidarietà franco-tedesca è l’impegno che abbiamo preso con il cancelliere Scholz”.