Nomisma: coronavirus non frena voglia di comprare casa

(Teleborsa) – Le famiglie nel nostro Paese continuano a guardare all’acquisto della casa come nello scenario pre-Covid. Un dato, quello presentato da Nomisma durante l’evento in diretta streaming “Fuori tutti, la voce alle famiglie. Vivere, abitare, investire: oltre il coronavirus” in collaborazione con Crif e Unicredit Subito Casa, che sorprende specie in una fase di grande incertezza. Sarebbero ben 2,5 milioni quelle propense all’operazione, numeri però da depurare che, circoscrivendo l’analisi ai soli nuclei che manifestano un’effettiva capacità reddituale, si ridimensionano a un quarto del valore iniziale. Sono, infatti, 625.900 le famiglie davvero intenzionate a comprare casa, secondo lo studio.

Qualche effetto negativo, ovviamente, c’è stato. La quota di famiglie che negli ultimi 12 mesi ha accumulato ritardi nel pagamento dell’affitto è passata dal 9,6% del pre-Covid-19 al 24% durante le misure di contenimento. Per effetto del lockdown, quindi, una famiglia su quattro ha mostrato difficoltà nel pagamento dell’affitto.

Un’evidenza che trova conferma anche nelle aspettative per i prossimi 12 mesi: più del 40% delle famiglie prevede di avere difficoltà a rispettare il pagamento del canone di affitto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nomisma: coronavirus non frena voglia di comprare casa