Nomine UE, per Presidenza Commissione in pole Ursula von der Leyen

(Teleborsa) – Dopo oltre cinque ore d’incontri bilaterali, al via la sessione del vertice dei leader UE sulle nomine dei “top jobs” nell’Unione. Lo annuncia su Twitter il Portavoce del Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, sottolineando ironico dopo vari cinguettii che annunciavano il rinvio della seduta: “Spero sia il mio ultimo aggiornamento, ed è un annuncio positivo”.

Sul tavolo la seguente proposta: per la Presidenza della Commissione la candidatura del Ministro della Difesa tedesco Ursula Von der Leyen e la francese Christine Lagarde alla BCE.

Per le altre poltrone: il Premier belga uscente Charles Michel (Liberale) al Consiglio, lo spagnolo Josep Borrell (S&D) al ruolo di Alto rappresentante, ed il bulgaro Stanichev (S&D) per i primi due anni e mezzo di mandato alla presidenza del Parlamento europeo, mentre a Manfred Weber sarebbe riservata la seconda.

Nei ruoli di Vicepresidente della Commissione europea: l’olandese Frans Timmermans (la cui candidatura a successore di Juncker non ha sfondato) la danese Margrethe Vestager, e lo slovacco Maros Sefcovic.

CONTE: MI PIACEREBBE PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE DONNA” – “L’Italia rivendica un portfolio economico di peso ma soprattutto di partecipare alla decisione finale” sulle nomine di vertice: così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte al suo arrivo a Bruxelles. “A me piacerebbe un Presidente della Commissione donna”, ha aggiunto.

Secondo Conte, bisogna “individuare personalità che sappiano rinnovare il sogno europeo, che abbiano una chiara visione e sappiano esprimerla con coraggio, evitando di rifugiarsi nella angusta logica dell’austerity o di affidarsi al primato della finanza. Vogliamo personalità che mettano al centro la crescita, i cittadini, le persone”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nomine UE, per Presidenza Commissione in pole Ursula von der Leye...