Nissan teme Brexit no deal: a rischio impianto di Sunderland

(Teleborsa) – La Brexit no deal e la conseguente uscita dall’UE senza un accordo di libero scambio a zero dazi, mette a rischio la sopravvivenza dell’impianto Nissan di Sunderland che occupa 7mila lavoratori.

Lo ha chiarito Ashwani Gupta, chief operating officer di Nissan, intervistato dalla Bbc sul futuro degli investimenti del colosso nipponico nel Paese in un momento delicato delle trattative tra UE e UK, al momento ancora in stallo.

Lo stabilimento di Sunderland non è stato toccato dal piano globale di ristrutturazione messo in campo dalla holding anche in risposta ai contraccolpi del coronavirus e resta “un caposaldo delle nostre attività in Europa”

“È noto che siamo il primo produttore di auto nel Regno e siamo impegnati a rimanerlo. Ma – ha aggiunto – se la condizione dei dazi non fosse più quella attuale, il business diverrebbe insostenibile e non per nostra scelta. Ciascuno lo deve comprendere”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nissan teme Brexit no deal: a rischio impianto di Sunderland