Nigeria, a rischio le concessioni di Eni e Shell sul pozzo dello scandalo

(Teleborsa) – Potrebbero arrivare brutte notizie per l’Eni e per la major britannica Shell.

Secondo la stampa nigeriana, il governo sarebbe pronto a riappropriarsi del suo più importante pozzo petrolifero, OPL 245, che attualmente è controllato dalle due compagnie petrolifere.

Secondo il quotidiano Premium Times, lo rivelerebbe un rapporto redatto dal capo procuratore Mohammed Diri, dopo le sollecitazioni arrivate dalla Procura federale e dal Ministro di Giustizia. E’ compito infatti a queste due figure fornire un parere al Presidente Muhammadu Buhari in merito al caso, finito al centro della cronaca per il caso di presunte tangenti. 

In caso si cancellazione dell’accordo di cessione del blocco petrolifero, Eni e Shell potrebbero incorrere anche in una maxi multa di diversi miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nigeria, a rischio le concessioni di Eni e Shell sul pozzo dello scand...