Nexi, utile in calo a 245,8 milioni. Prosegue iter aggregazione con SIA e Nets

(Teleborsa) – Il Gruppo Nexi ha chiuso l’esercizio 2020 con un utile di pertinenza normalizzato di 245,8 milioni, in calo del 3% rispetto all’anno precedente, riconducibile a maggiori ammortamenti e svalutazioni registrati nel 2020 (+19,7%).

I ricavi sono pari a 1.043,9 milioni, in riduzione del 2,8% su anno, mentre l’EBITDA è pari a 601,4 milioni, in aumento del 2,5% rispetto all’anno precedente . L’EBITDA Margin è pari al 58%, in crescita di 3 p.p. rispetto al livello registrato nello stesso periodo dello scorso anno, anche grazie al piano di contenimento costi implementato per oltre 100 milioni di euro.

Nel quarto trimestre 2020, Nexi ha registrato un EBITDA pari a 172,5 milioni, +8,3% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, e ricavi per 290,3 milioni (-0,7% a/a), per l’impatto della seconda ondata del Covid-19.

Pur guardando al 2021 come un anno “ancora caratterizzato dall’inevitabile incertezza di un contesto in continuo mutamento”, Nexi prevede una “graduale ripresa nel primo semestre 2021”, che porterà ad una crescita fra il 5% ed il 9% dei ricavi e ad un EBITDA Margin stabile, in crescita di 3 p.p. rispetto al livello del 2019. Attesi un ratio Capex/Ricavi stabile su anno, anticipando l’effetto delle sinergie derivanti dalle operazioni di M&A annunciate, una forte generazione di cassa organica e un continuo de-leveraging profile.

Nexi ha anche fornito un aggiornamento sui progetti di aggregazione con SIA e Nets, indicando che “prosegue secondo i piani il percorso di creazione del campione europeo dei pagamenti digitali”. E’ stato infatti presentato all’Antitrust europea il filing per l’operazione di fusione con Nets annunciata lo scorso 15 novembre 2020e firmato l’accordo definitivo relativo all’operazione di combinazione con SIA, in linea con i termini e condizioni del memorandum of understanding sottoscritto ed annunciato lo scorso 5 ottobre 2020.

L’Accordo Quadro prevede che, qualora il closing della prevista fusione per incorporazione di Nets in Nexi si verificasse, come atteso, prima del closing dell’operazione con SIA, CDP Equity avrà diritto di deliberare un aumento di capitale di SIA, volto a bilanciare l’effetto diluitivo sulla propria partecipazione prospettica nel capitale di Nexi come risultante dal perfezionamento dell’Operazione Nets. Verrà anche sottoscritto un patto parasociale da parte di Mercury UK, CDP Equity e FSIA unitamente agli attuali azionisti di Nets.

L’Ad Paolo Bertoluzzo ha parlato di una “nuova fase di crescita e di trasformazione di Nexi nella PayTech leader anche in Europa”, confermando che le due operazioni saranno “completate secondo i piani nei prossimi mesi” e consentiranno al Gruppo di “proseguire il ercorso di crescita e di innovazione come partner di riferimento anche a livello internazionale per cittadini, imprese, banche ed istituzioni”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nexi, utile in calo a 245,8 milioni. Prosegue iter aggregazione con SI...