Nexi, Bertoluzzo: “Il primo giorno di quotazione è primo di un lungo percorso”

(Teleborsa) – Oggi giornata storica per Nexi che debutta a Piazza Affari qualificandosi come la più grande matricola del 2019 a Milano. A margine della cerimonia per il primo giorno di quotazione, lAmministratore Delegato Paolo Bertoluzzo si è detto fiducioso per il futuro, nonostante una performance di debutto in negativo. Il titolo segna al momento un calo del 5,7%.

“Il primo giorno di quotazione è primo di un lungo percorso, vedremo nel tempo”, ha detto il numero uno del gruppo, aggiungendo “questo è un settore che ha degli andamenti che sono abbastanza scollegati dall’andamento dell’economia sottostante e per quanto riguarda le dinamiche del settore bancario siamo loro partner tutti i giorni. Inevitabili le dinamiche tra settori: è importante cogliere tutte le opportunità di collaborazione su tutti i fronti e continuare a fare bene”,.

L’Ad ha poi confermato che parte di quanto raccolto con l’aumento di capitale previsto per l’Ipo servirà a ridurre l’indebitamento societario e che il restante sono state azioni vendute da azionisti. “Abbiamo un nostro piano di investimento, che abbiamo raccontato anche al mercato, e chi investirà in Nexi sa che è un’azienda che a sua volta investirà molto. E stata una scelta coraggiosa quella di spiegarlo ai mercati. Non c’è mai nulla di definitivo nel business. Questo è un perimetro che ci dà scala, competenze e capacità per realizzare il nostro piano industriale e i nostri obiettivi. Siamo un’azienda che negli ultimi due-tre anni ha fatto sei acquisizioni e 12 cessioni di attività. Se ci saranno opportunità per creare valore per i nostri azionisti le coglieremo, soprattutto in Italia”.

Per quanto riguarda invece le operazioni di M&A a valle dell’Ipo il Ceo del Gruppo ha spiegato: “Il mercato sta crescendo bene e se troveremo opportunità accelerare il ritmo di crescita lo faremo. Al momento, comunque, non c’è niente sul tavolo, né riguardo a un possibile interesse per l’operatore scandinavo Nest, né per l’italiana Sia. Contatti tra operatori ce ne sono tutti i giorni, non credo siano i singoli contatti che contano. Vogliamo fare bene sul nostro piano di sviluppo”.

Infine Bertoluzzo vuol far sapere che Nexi non teme la concorrenza nel settore dei sistemi di pagamento da big come Apple e Google poiché “Apple, Google, Samsung, Swatch e Garmin sono nostri partner per lo sviluppo del settore. Dall’unione delle forze, ciascuno nel suo ruolo, credo si sviluppino prodotti e servizi più semplici da usare per le persone e che portano sviluppo per tutto il settore. Al mondo d’oggi è inevitabile che si siano dinamiche in evoluzione: è la natura dell’economia digitale.Questo – ha concluso il numero uno dell’azienda che offre servizi e infrastrutture per il pagamento digitale – è un settore che offre grandi opportunità, porta sviluppo, sicurezza, semplicità per tutti i cittadini, le aziende, la PA. E’ bello vedere che una società che è tra le prime cinque in Europa si quota a Milano”.

Nexi, Bertoluzzo: “Il primo giorno di quotazione è primo di un ...