Netto calo registrato da Berkeley Group Holdings

(Teleborsa) – Aggressivo avvitamento per Berkeley Group Holdings, che tratta in perdita del 2,03% sui valori precedenti. 

Il costruttore  ha visto un calo del 4% nelle prenotazioni di case nel trimestre terminato a febbraio, dicendo di aver venduto, durante, questo periodo 62 immobili per un valore di più di 2 milioni di sterline durante  “un numero simile allo stesso periodo del 2014/15”.

L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenzia la trendline rialzista di Berkeley Group Holdings più pronunciata rispetto all’andamento del FTSE 100. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.

L’esame di breve periodo di Berkeley Group Holdings classifica un rafforzamento della fase rialzista con immediata resistenza vista a 3.242,7 centesimi di sterlina (GBX) e primo supporto individuato a 3.146,7. Tecnicamente ci si attende un ulteriore spunto rialzista della curva verso nuovi top stimati in area 3.338,7.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Netto calo registrato da Berkeley Group Holdings