Nel 2016 cala il numero dei morti sul lavoro, nuovo minimo storico

(Teleborsa) – Nel 2016 si sono registrate “poco meno di 642 mila denunce di infortuni” sul lavoro, un numero pressoché stabile rispetto al 2015, ma quelle che riguardano incidenti mortali scendono a 1.104, il livello minimo guardando alle serie storiche comparabili (dal 2008).

Sono i dati Inail relativi alla Relazione annuale 2016, presentati dal Presidente dell’Istituto, Massimo De Felice, a Palazzo Montecitorio. 

Gli infortuni con esito mortale accertati sono stati 618, di cui più della metà in itinere (332), ovvero durante il tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il luogo di lavoro: Sia per le denunce che per gli infortuni accertati si tratta del dato più basso da nove anni, ossia dal 2008 (anno d’inizio delle serie storiche comparabili).

Secondo la fotografia scattata dall’Inail è boom delle malattie professionali. Sempre nel 2016, le denunce di malattia legata all’attività lavorativa svolta sono state oltre 60 mila, in aumento del 2,2% rispetto all’anno precedente e del 30% rispetto al 2012. E’ stata riconosciuta la causa professionale al 33% delle denunce, mentre il 4% è ancora in istruttoria.

I soggetti ammalati sono circa 45 mila, di cui il 37% circa per causa professionale riconosciuta.

Nel 2016 cala il numero dei morti sul lavoro, nuovo minimo stori...