Negative le Borse del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che chiude le contrattazioni in ribasso, assieme agli altri Eurolistini, trascinati al ribasso dal tonfo di Wall Street e dai prossimi rialzi dei tassi d’interesse decisi dalla BCE. Nel frattempo, i mercati americani confermano una pessima performance, con l’S&P-500 che scivola del 2,88%.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA è in calo (-0,95%) e si attesta su 1,052. Segno più per l’oro, che mostra un aumento dello 0,91%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,79%, scendendo fino a 119,3 dollari per barile.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +225 punti base, con un incremento di 9 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,74%.

Tra i mercati del Vecchio Continente vendite a piene mani su Francoforte, che soffre un decremento del 3,08%, pessima performance per Londra, che registra un ribasso del 2,12%; sessione nera per Parigi, che lascia sul tappeto una perdita del 2,69%.
Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che lascia sul terreno il 5,17%: il principale indice della Borsa di Milano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata martedì scorso, di quattro ribassi consecutivi; sulla stessa linea, si abbattono le vendite sul FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 24.680 punti, in forte calo del 5,07%.
A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,8 miliardi di euro, con un incremento di ben 703,3 milioni di euro, pari al 33,52% rispetto ai precedenti 2,1 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,49 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,77 miliardi di azioni.

In questa pessima giornata per la Borsa di Milano, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva.

I più forti ribassi si sono verificati su BPER, che ha archiviato la seduta a -12,92% nel giorno di approvazione del nuovo piano industriale 2022-2025.

In perdita Banco BPM, che scende del 12,05%.

Pesante Fineco, che segna una discesa di ben -9,47 punti percentuali.

Unicredit scende del 9,10%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Pharmanutra (+2,11%) e B.F (+1,14%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Technogym, che ha chiuso a -8,25%.

Seduta negativa per Anima Holding, che scende del 7,59%.

Sensibili perdite per Mutuionline, in calo del 7,34%.

In apnea ERG, che arretra del 7,21%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Venerdì 10/06/2022
01:50 Giappone: Prezzi produzione, mensile (atteso 0,5%; preced. 1,3%)
03:30 Cina: Prezzi consumo, annuale (atteso 2,2%; preced. 2,1%)
03:30 Cina: Prezzi produzione, annuale (atteso 6,4%; preced. 8%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,7%; preced. 8,3%)
09:00 Spagna: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,8%; preced. -0,2%).