Negativa Piazza Affari zavorrata dalle banche. Bene DiaSorin

(Teleborsa) – Seduta no per la Borsa di Milano, che fa molto peggio degli altri mercati europei, in una giornata caratterizzata da un clima generalmente negativo. A zavorrare Piazza Affari sono le banche, con il FTSE Italia All-Share Banks in ribasso di oltre il 4%. Ottima DiaSorin dopo i risultati 2021 sopra le attese e grazie alle revisioni al rialzo delle raccomandazioni sul titolo da parte di diversi broker. Positiva Aeffe, che ha approvato il bilancio d’esercizio 2021, e poco mossa Rai Way, con il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che ne ha ampiamente parlato in audizione presso la Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,105. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,59%. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+5,78%), che raggiunge 100,5 dollari per barile.

In salita lo spread, che arriva a quota +154 punti base, con un incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,91%.

Tra i listini europei calo deciso per Francoforte, che segna un -1%, resistente Londra, che segna un piccolo aumento dello 0,36%, e pensosa Parigi, con un calo frazionale dello 0,28%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dell’1,38% sul FTSE MIB, spezzando la catena positiva di quattro consecutivi rialzi, iniziata venerdì scorso; sulla stessa linea, giornata negativa per il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 26.198 punti, in calo dell’1,27%.

In lieve ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,42%); senza direzione il FTSE Italia Star (0%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza DiaSorin (+6,46%), Iveco Group (+2,84%), Leonardo (+2,00%) e Moncler (+1,71%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banco BPM, che continua la seduta con -5,84%.

Sotto pressione Unicredit, con un forte ribasso del 4,88%.

Soffre Intesa Sanpaolo, che evidenzia una perdita del 4,52%.

In perdita Terna, che scende del 3,66%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Reply (+2,71%), Wiit (+2,67%), Alerion Clean Power (+2,66%) e ERG (+2,30%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Juventus, che continua la seduta con -8,72%.

Pesante Mfe A, che segna una discesa di ben -5,42 punti percentuali.

Seduta negativa per Salcef Group, che scende del 5,29%.

Sensibili perdite per MARR, in calo del 4,93%.