Natale e Capodanno, Governo valuta nuova stretta: il piano

(Teleborsa) – Se fino a qualche giorno fa, la sensazione era che si andasse verso un possibile allentamento delle maglie, il Governo – in scia all’alto numero di decessi e al crescente timore di una terza ondata da scongiurare, invece, con tutti i mezzi – in queste ore starebbe preparando una piccola retromarcia. Preoccupano, infatti, le immagini degli assembramenti per le vie dello shopping, da Milano a Roma, passando per Bologna.

Rendere tutta l’Italia zona rossa o arancione nelle giornate più a rischio, permettendo però un allentamento per i piccoli Comuni. Si valuta una deroga che dia, a chi abiti in paesi sotto i 5000 abitanti, la possibilità di spostarsi entro i 30 chilometri. Al vaglio dell’esecutivo, dunque, un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi. Almeno a quanto si apprende da fonti di governo al termine della riunione dei capi delegazione.

L’ipotesi è adottare norme omogenee in tutto il Paese, con un irrigidimento delle disposizioni come annunciato anche dalla Cancelliera Merkel in Germania.

Per ora, non si sarebbe entrati nello specifico delle misure, anche perché si vuole attendere l’incontro previsto con il Cts. Una riunione tra i capidelegazione della maggioranza, il Cts e la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese è infatti in programma oggi.

“Sono ormai lunghi mesi che siamo tutti impegnati, con grandi e piccoli sacrifici, nella battaglia contro il Covid-19. La nostra comunità nazionale, pur tra mille difficoltà, è riuscita a mostrare un forte spirito di coesione e un grande senso di responsabilità. Sono convinto che continueremo a mostrare questa saldezza anche nelle prossime settimane, in occasione delle festività natalizie. Dobbiamo continuare a impegnarci e a mantenerci vigili per contrastare il contagio”, scrive su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Le misure del Governo stanno funzionando. Malgrado questo, il numero di vittime è drammatico cosi come il numero complessivo dei positivi. Ora bisogna fare di tutto per non disperdere questi risultati. Per questo, alla luce di un sicuro aumento del rischio di assembramenti dovuto al periodo delle festività e alle raccomandazioni alla prudenza e responsabilità del Cts, occorre valutare l’adozione di nuove misure che garantiscano il contenimento dei contagi- È quanto emerso nel corso di una riunione dei ministri Pd con i capigruppo di Camera e Senato, il segretario Zingaretti e vicesegretario Orlando.

“Coerenza”. E’ la linea della ministra di Iv Teresa Bellanova. “Confrontiamoci con la comunità scientifica e decidiamo misure coerenti e comprensibili”.

“Si può ragionare su alcune deroghe per piccoli comuni” “ma devono rimanere piccole eccezioni alla linea del rigore e della fermezza che deve essere centrale”. Così fonti 5S ribadiscono la posizione del Movimento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Natale e Capodanno, Governo valuta nuova stretta: il piano