Natale 2017 sotto il segno della tradizione. Il panettone spopola

(Teleborsa) – Il Natale 2017 torna alla tradizione, soprattutto il panettone, che trionferà sulle tavole di tutto il mondo e non solo quelle italiane. Fa la parte da leone il Giappone, dove il panettone è diventato una vera e propria mania. 

E’ quanto emerge dall’Osservatorio Sigep, il salone internazionale del dolciario artigianale alla Fiera di Rimini dal 20 al 24 gennaio 2018, che stima per questo natale una spesa per i dolci natalizi artigianali vicina ai 6 miliardi di euro. 

“Ci sono prodotti che sono intimamente legati alla nostra storia, alla nostra memoria, prodotti che vanno oltre il valore del cibo stesso. Il panettone classico è uno degli esempi più luminosi”, afferma il Maestro Iginio Massari. 

“Si possono creare dolci incredibilmente buoni rinnovando la tradizione, ma senza stravolgerla”,conferma il Maestro Gino Fabbri, Presidente dell’Associazione Maestri Pasticceri Italiani, aggiungendo “all’azzardo di innovazioni sconcertanti, preferisco il rinnovo che sappia valorizzare l’eccezionale qualità delle materie prime”.
 
Ad accompagnare e valorizzare il panettone ci pensano i prodotti tipici, le consuetudini tramandate di generazione in generazione e la sontuosa eleganza delle feste. Da Nord a Sud, sono innumerevoli i dolci proposti dai più affermati maestri pasticceri. Tre sono quelli indicati dalla Confederazione Pasticceri Italiani, Conpait: il Parrozzo, che nella variante del Maestro Franco Napoletani è arricchito con mandorle caramellate, farina bianca e burro; il Torrone di Bagnara, ora anche IGP, considerato tra i più buoni di tutto il meridione (mandorle siciliane di Avola, miele di arancio calabrese e albume d’uovo sono materie prime di prima scelta made in Italy). 

L’esaltazione di una “chicca’ piemontese” contaminata con la tradizione valdostana, passa dalle mani di Silvia Boldetti, detentrice del titolo di Campionessa Mondiale di Pasticceria Femminile 2016. ‘Bacio di Nus’, una speciale pralina a forma di bacio, è la punta di diamante della proposta dolciaria natalizia della pastry chef torinese. Sonia Balacchi, romagnola e prima Pastry Queen mondiale, propone invece una creazione all’amarena: un dolce sinonimo di eleganza e qualità: “L’idea – svela – nasce per creare un dolce dalla golosità indimenticabile: nasconde un cuore morbido di Amarena Fabbri, dal sapore inconfondibile, avvolto in un semifreddo al mascarpone e vaniglia, creando un binomio vincente di bontà e gusto”.

 
Il Campionato Italiano di pasticceria in programma a SIGEP costituirà anche la selezione per comporre la squadra italiana per la Coupe du Monde de la Patisserie di Lione. Agguerriti e pronti i concorrenti, ora all’opera per soddisfare il palato dei buongustai amanti della pasticceria di alta scuola.

Natale 2017 sotto il segno della tradizione. Il panettone spopola
Natale 2017 sotto il segno della tradizione. Il panettone spopola