Nasce un fondo di investimenti per valorizzare le tecnologie prodotte dai ricercatori italiani

Progress tech transfer: il fondo di investimenti a supporto delle tecnologie dei ricercatori

Lavorare in sinergia con i ricercatori e investire nelle tecnologie generate dagli studi di ricerca: questo l’obiettivo di Progress tech transfer, un fondo di investimento.

Il gruppo Mito technology con questo fondo, si impegna a fornire una forte spinta economica, valorizzando tutte quelle tecnologie sulle quali i ricercatori stanno lavorando e che riguardano soprattutto l’ambito della sostenibilità. Queste infatti mostrano chiari segni di difficoltà nel raggiungere il proprio mercato di riferimento, a causa anche delle risorse economiche insufficienti.

I cambiamenti climatici, ma anche l’inquinamento ambientale costituiscono ormai delle piaghe che interessano tutto il pianeta e che enti, comuni e grandi imprese stanno cercando di contrastare con soluzioni alternative.

L’Italia è tra i primi Paesi per numero di brevetti, senza contare l’ingente produzione scientifica per la quale si posiziona al settimo posto. Nonostante i risultati ottenuti e l’eccellenza che la contraddistinge, è anche vero che “siamo al 24° posto come investimento di venture capital. E facciamo un millesimo degli investimenti che fanno gli Usa – come sottolinea Andrea Marcello del Fondo europeo degli investimenti – con un’economia che è un decimo della loro”.

Come nasce il fondo

Progress tech transfer nasce dalla collaborazione tra Cassa depositi e prestiti e il Fei – Fondo europeo degli investimenti, che insieme hanno investito 20 milioni di euro a testa per supportare le tecnologie che offrono soluzioni sostenibili nell’ambito energetico, industriale, finanziario, ambientale, climatico. L’obiettivo è quello di raggiungere la cifra totale di 50 milioni di euro, cercando di raccoglierne altri 10 milioni per arrivare a “Portare a casa il doppio di quanto investito, per un totale di 150 milioni di euro”, come affermato dall’ad di Mito technology.

Ma non è tutto: Progress tech ha in mente una strategia ben definita che includerebbe anche alcuni partner, prima tra tutti Enel con cui è già in corso un dialogo e un progetto che sta prendendo forma. Come funzionerà concretamente il fondo? L’impegno è quello di lavorare a stretto contatto con i ricercatori italiani, fornendo loro un supporto concreto per quanto riguarda l’effettiva realizzazione delle tecnologie a cui lavorano quotidianamente. Il passo successivo è quello di rendere queste tecnologie dei prodotti o dei servizi da proporre sul mercato.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nasce un fondo di investimenti per valorizzare le tecnologie prodotte ...