Myanmar, alle presidenziali trionfa San Suu Kyi

(Teleborsa) – Era dal 1990 che in Myanmar non si verificavano elezioni libere, ecco come si giustifica la massiccia affluenza alle urne di domenica dei birmani. 

Il partito del leader dell’opposizione Aung San Suu Kyi, Lega nazionale per la democrazia”(Nld), ha stracciato quello del presidente Thein Sein, che dopo aver ammesso la sconfitta ha assicurato il rispetto totale dei risultati delle elezioni presidenziali.
“Stiamo vincendo con oltre il 70% dei seggi nel Paese ma la commissione elettorale non l’ha ancora confermato”, ha dichiarato il portavoce della Lega Nazionale per la Democrazia, Win Htein.

Le operazioni di voto si sono svolte in linea di massima con regolarità, come certificato anche dagli osservatori UE.

La 70enne birmana, premio Nobel per la Pace nel 1991, ha chiesto ai suoi sostenitori, scesi nelle piazze del Paese per i festeggiamenti, di “non provocare i rivali sconfitti”.

Myanmar, alle presidenziali trionfa San Suu Kyi
Myanmar, alle presidenziali trionfa San Suu Kyi