Mutui, calano ancora le richieste ad aprile

(Teleborsa) – Segnalate ancora in frenata le richieste di mutui da parte degli italiani. Le interrogazioni registrate sul “Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF”, relative alla richiesta di nuovi mutui e surroghe, hanno mostrato un calo del 2% rispetto allo stesso mese del 2017. Il dato, seppur negativo, mostra un forte miglioramento rispetto alle dinamiche decrescenti dei mesi precedenti.

Cresce invece dello 0,5% rispetto all’anno passato l’importo medio richiesto attestato a 125.662 euro. Sulle richieste totali, ben il 29,5% si concentra sulla fascia di importo che va dai 100.001 e i 150.000 euro. 

In merito all’età del richiedente la fascia d’età compresa tra i 35 e i 44 anni rimane quella maggioritaria (il 34,5% del totale), seppur in leggero calo rispetto al 2017 (-1,1%). Arriva a pesare maggiormente la classe che va tra i 25 e i 34 anni che cresce dello 0,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, rappresentando ora il 25,4% del totale.

“Le richieste di mutui mostrano un mercato vicino ad un punto di svolta, trovando un nuovo equilibrio in virtù del progressivo ridimensionamento del fenomeno delle surroghe seguito al picco registrato nel 2015. Le richieste dei consumatori si stanno concentrando sempre di più sui nuovi mutui che vanno a sostenere un settore immobiliare che, tuttavia, ancora non decolla” commenta Simone Capecchi, Executive Director di CRIF.

Mutui, calano ancora le richieste ad aprile