MPS, Tononi esclude un’aggregazione prima del 2016. Caduta verticale del titolo

“Il percorso di aggregazione è un processo che richiede tempo, sarebbe lo stesso anche se non ci fosse lo Srep della BCE”. Così Massimo Tononi, presidente di MPS, a margine della conferenza stampa tenuta a Rocca Salimbeni risponde a una domanda sulla tempistica del processo di aggregazione dell’istituto con un’altra banca.

“E’ ragionevole pensare che Banca Monte dei Paschi di Siena verrà coinvolta in un processo di aggregazione l’anno prossimo”, ha spiegato il numero uno della banca senese escludendo di fatto un matrimonio prima del 2016, ma assicurando che si spenderà “in prima persona”.

Sulla scia delle dichiarazioni del top manager, il titolo MPS è stato oggetto di forti vendite che lo hanno portato a una sospensione al ribasso. Ora le azioni della banca senese stanno scivolando del 5,49% a 1,532 euro dopo aver toccato il minimo intraday a 1,506 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MPS, Tononi esclude un’aggregazione prima del 2016. Caduta verti...