MPS, pagamento di 150 milioni chiude contenzioso con Fondazione

(Teleborsa) – La Fondazione Monte dei Paschi di Siena e la Banca Monte dei Paschi di Siena hanno raggiunto un accordo preliminare per mettere fine alla vertenza stragiudiziale da 3,8 miliardi di euro. Il contenzioso riguardava l’acquisizione di Banca Antonveneta, l’aumento di capitale 2011 e gli aumenti di capitale 2014-2015.

Nell’accordo preliminare (approvato dalla Deputazione Amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi di Siena), la banca si impegna a sottoporre alla deliberazione del prossimo CdA (in programma il 5 agosto 2021) una transazione che definisce in maniera conclusiva ogni contenzioso in essere. La Fondazione otterrà il pagamento di 150 milioni di euro e impegni sulla valorizzazione del patrimonio artistico della banca.

“L’accordo preliminare consente alla banca di ridurre le richieste risarcitorie per un ammontare pari a 3,8 miliardi, offrendo un contributo rilevante alla soluzione del principale elemento di incertezza che grava sul bilancio della banca“, si legge in una nota di MPS. A gennaio Reuters aveva scritto che il Tesoro sta lavorando al dimezzamento, favorendo accordi transattivi, del contenzioso di circa 10 miliardi che ancora zavorrava MPS.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MPS, pagamento di 150 milioni chiude contenzioso con Fondazione