MPS e quel piano sui bond per contenere il peso dell’aumento

(Teleborsa) – L’ipotesi di un piano di conversione dei bond subordinati, per ridurre il peso dell’aumento di capitale, rilanciata da voci stampa, sostiene oggi gli acquisti sul titolo Monte dei Paschi di Siena. Le azioni della banca senese si stanno muovendo al rialzo, con un +1,35%, ma senza volumi, rispetto a un settore bancario nel complesso debole. 

Si parla di una possibile conversione di bond per 3 miliardi di euro che potrebbe di fatto ridurre l’ammontare dell’aumento di capitale necessario soprattutto dopo la bocciatura agli stress test europei di fine luglio.

Il Cda di MPS a inizio agosto ha approvato un maxi piano destinato a risanare in maniera profonda la banca senese. Entro l’anno, la banca si libererà di 27 miliardi lordi di sofferenze (9 miliardi netti) tramite cartolarizzazione per poi procedere con un aumento di capitale da 5 miliardi.

MPS e quel piano sui bond per contenere il peso dell’aumento
MPS e quel piano sui bond per contenere il peso dell’aumento