MPS, c’è l’ok della BCE a piano salvataggio e aumento capitale

(Teleborsa) – Ok definitivo di Francoforte al piano di rilancio di Banca Monte dei Paschi di Siena. Confermati aumento di capitale da 5 miliardi e vendita di 9 miliardi di sofferenza tramite cartolarizzazione a cui parteciperà Atlante.

Sempre oggi, peraltro, pare sia saltata la presentazione di Corrado Passera del piano alternativo per MPS. “Abbiamo esaminato tutto, ma c’era un altro piano, quello approvato poi dalla BCE, solido”. Così il consigliere Antonino Turicchi ha spiegato il motivo che ha portato alla bocciatura del piano targato Passera.

MPS ha chiuso il primo semestre con utile netto di 302 milioni di euro. Il risultato, spiega la banca senese nella nota dei conti, “beneficia di un provento fiscale di 134 milioni relativo al trattamento fiscale della cosiddetta operazione Alexandria”.

Stasera è attesa la pubblicazione dei risultati sugli stress test da parte dell’Autorità bancaria europea (EBA). Coinvolte anche cinque banche italiane tra cui la stessa MPS.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MPS, c’è l’ok della BCE a piano salvataggio e aumento capitale