MPS, BCE comunica requisiti patrimoniali SREP 2020

(Teleborsa) – Banca Monte dei Paschi di Siena (MPS) ha ricevuto la decisione finale della Banca Centrale Europea (BCE) riguardante i requisiti patrimoniali da rispettare a partire dal 1° gennaio 2020.

Secondo tale decisione, il Gruppo deve rispettare nel 2020 un requisito patrimoniale SREP complessivo (Total SREP Capital Requirement – TSCR) dell’11% a livello consolidato, che include un requisito minimo di Pillar 1 (P1R) dell’8% (di cui 4,50% in termini di CET1) e un requisito aggiuntivo di Pillar 2 (P2R) del 3%, invariato rispetto al 2019, da detenere interamente in termini di capitale CET1.

Il requisito minimo complessivo in termini di Total Capital ratio, ottenuto aggiungendo al TSCR un Combined Buffer Requirement (CBR) del 2,64% (2,50% Capital Conservation Buffer + 0,13% O-SII Buffer + 0,01% Countercyclical Capital Buffer), è del 13,64%.

Il requisito minimo complessivo in termini di CET1 ratio è pari al 10,14%, somma tra P1R (4,50%), P2R (3%) e CBR (2,64%).

Al 30 settembre 2019, il Gruppo MPS presentava un CET1 ratio transitional del 14,8% (12,6% fully loaded) e un Total Capital ratio transitional del 16,7% (14,6% fully loaded), valori ampiamente superiori ai requisiti minimi richiesti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MPS, BCE comunica requisiti patrimoniali SREP 2020