MPS, Barbagallo: “A febbraio nuovo piano. Poi la decisione spetta a Bruxelles”

(Teleborsa) – Il piano di ristrutturazione di MPS torna in auge nelle sale della politica.

Oggi a parlare del piano di rilancio di MPS è stato Carmelo Barbagallo, Capo del Dipartimento vigilanza bancaria e finanziaria di Bankitalia.

Rispondendo davanti alle Commissioni Finanza di Camera e Senato  sul decreto salva banche ha spiegato: “La banca prevede di ultimare il nuovo piano di ristrutturazione in tempi brevi. L’intervento dello Stato potrà essere finalizzato solo dopo l’approvazione di tale piano da parte della Commissione Europea, in esito a una procedura che vede coinvolte la BCE, la Commissione e la Banca d’Italia, chiamata a fornire un supporto tecnico al MEF.  Ma in linea massima si può pensare – ha aggiunto – che a inizio febbraio si possa presentare il piano e nel giro di alcune settimane che sia negoziato e autorizzato”.

Dopo aver ascoltato la scorsa settimana il ministro Pier Carlo Padoan oggi a parlare delle banche in generale,è stato Barbagallo che ha spiegato: “Negli ultimi anni le riforme nel nostro Paese finalizzate a risolvere alcuni problemi strutturali del sistema bancario sono state significative, ma attendono di dispiegare per intero i loro effetti o non risultano, in alcuni casi, pienamente attuate. Alcune banche italiane, talune di dimensioni non piccole, registrano problemi particolarmente rilevanti. Il Decreto salva banche dà un importante contributo alla soluzione di questi problemi, intervenendo nel pieno rispetto delle norme internazionali sulle aree della liquidità e del capitale”.

MPS, Barbagallo: “A febbraio nuovo piano. Poi la decisione spett...