MPS, Atlante pronto all’offerta sugli NPL?

(Teleborsa) – Occhi puntati su MPS. Oggi, 28 giugno, scade l’esclusiva concessa un mese fa a Quaestio, Fortress ed Elliott per la cartolarizzazione dei 26 miliardi di sofferenze di Rocca Salimbeni.

La cartolarizzazione degli NPL rimane una delle fondamenta su cui dovrà poggiare il piano di salvataggio della banca. ci sarà da attendere forse fino alla fine di questo mese per sapere se ci sarà l’accordo definitivo sulla valorizzazione dei crediti deteriorati della banca senese.

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, il fondo governativo creato per stabilizzare il sistema bancario avrebbe formalizzato l’offerta che prevede il trasferimento degli NPL a uno o più veicoli di cartolarizzazione al 20,5% del proprio valore.

L’offerta del fondo di Quaestio che – ricorda il quotidiano di Confindustria – “con la liquidazione delle due banche venete di fatto si è trovata sollevata dall’intervento con relativo esborso di circa 450 milioni”, consentirà ora ai vertici del Monte dei Paschi di Siena di approvare la versione definitiva del piano industriale e di inviarla a Bruxelles. Il via libera alla ricapitalizzazione della banca per 8,3 miliardi dovrebbe arrivare verosimilmente tra la fine della settimana prossima e l’inizio di quella successiva, in modo da aprire le porte all’ingresso di Stato entro fine luglio.

MPS, Atlante pronto all’offerta sugli NPL?