Mose di nuovo attivo per fermare la marea eccezionale a Venezia

(Teleborsa) – Torna l’allarme acqua alta a Venezia, che ha fatto scattare un nuovo sollevamento del Mose, il secondo dopo il primo storico test del 3 ottobre scorso. Le paratoie hanno sbarrato il passaggio alle bocche di porto nel giro di un’ora, ed il Mose è attivo dalle 8.30 circa di questa mattina, 15 ottobre 2020.

L’opera, cruciale per salvaguardare la città di Venezia, servirà a fermare la marea eccezionale prevista per la mattinata: l’acqua alta avrebbe dovuto raggiungere un picco di 135 cm sul livello medio del mare per le 10:45, mentre a Chioggia si prevedevano circa 15 centimetri in più a causa della Bora. L’attivazione del Mose consentirà invece di mantenere il livello medio della marea nella Laguna attorno ai 60-65 centimetri.

La Capitaneria di porto, come da protocollo, ha provveduto a interdire la navigazione in Laguna.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mose di nuovo attivo per fermare la marea eccezionale a Venezia