Morgan Stanley, spread può scendere fino a 55 punti in secondo semestre

(Teleborsa) – Lo spread tra BTP e Bund equivalenti tedeschi viaggerà sugli 85 punti base fino a giugno, mentre potrebbe “muoversi verso 55 punti nel secondo semestre“. È quanto scrive Morgan Stanley in un report dedicato al nuovo governo italiano, in cui invita i suoi clienti ad “acquistare azioni italiane, specialmente delle banche, e bond”.

“L’autorità, la stabilità e la competenza del governo del primo ministro Draghi sono un grande punto di forza, che aumenta la nostra convinzione che l’Italia userà il Recovery fund in modo efficace – sottolinea la banca statunitense – Gli upside includono la possibilità di un più alto trend di crescita italiano e di una riforma fiscale dell’area euro”.

Oltre all’effetto positivo sullo spread, Morgan Stanley afferma che Draghi è un “un elemento catalizzatore molto positivo” per le azioni italiane. La banca d’affari ha messo sotto i riflettori Unicredit, Mediobanca, Enel, Stellantis e Prysmian, e si attende “una sovraperformance del 10-15%, trainata dai titoli finanziari”.

(Foto: © Donato Fiorentino / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Morgan Stanley, spread può scendere fino a 55 punti in secondo semest...