Moody’s modifica a positive i rating di Atlantia, ASPI e ADR

(Teleborsa) – Moody’s, dopo il via libera dell’assemblea dei soci di Atlantia alla cessione della quota della società in Autostrade per l’Italia (ASPI), ha modificato a positive l’outlook sui rating di Atlantia, ASPI e Aeroporti di Roma (ADR). Per le prime due società il passaggio è da developing a positive, mentre per ADR da negative a positive.

“Mentre ci sono ancora punti specifici che dovranno essere definiti prima che il governo ritiri formalmente le sue accuse contro ASPI, Moody’s ritiene che la vendita della partecipazione di Atlantia in ASPI potrebbe accelerare il processo e aumentare la probabilità di finalizzare l’accordo transattivo entro la fine dell’anno, riducendo significativamente la pressione politica ei rischi al ribasso per ASPI e Atlantia”, scrivono gli analisti dell’agenzia di rating.

Inoltre, a livello di holding di Atlantia “esistono alcune incertezze sull’utilizzo dei proventi della cessione della quota di ASPI, sulla futura struttura del capitale del gruppo Atlantia e, più in generale, sulla sua futura politica di investimento e dividendi“. Secondo Moody’s, sarà necessaria più chiarezza su questi punti per valutare la qualità del credito della società.
Per quanto riguarda ADR, la variazione dell’outlook a positivo da negativo riflette l’outlook positivo di Atlantia. “Negli ultimi tre anni il rating di ADR è stato vincolato da quello di Atlantia, anche se la natura standalone dell’asset di ADR, le sue modalità di finanziamento e alcune tutele previste dal contratto di concessione di ADR favoriscono un parziale distacco dal gruppo più ampio”, sottolinea l’agenzia di rating. “ADR è entrata nella crisi da coronavirus con un profilo finanziario molto forte“, e anche se le restrizioni hanno fatto crollare i viaggi Moody’s prevede che le metriche creditizie di ADR recupereranno gradualmente nei prossimi due anni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Moody’s modifica a positive i rating di Atlantia, ASPI e ADR