Moody’s, futuro a passo più lento per l’Italia: stime Pil riviste al ribasso

Dall'1,5% all'1,2% per il 2018 e dall'1,2% all'1,1% per il 2019

(Teleborsa) Sembra proprio che una crescita stabile e continua sia ancora prospettiva lontana per il nostro paese che deve fare i conti con un’altalena di previsioni.  Cattive notizie per l’Italia dall’agenzia statunitense Moody’s che vede un futuro a passo più lento per la crescita del Belpaese e rivede al ribasso le stime di crescita del Pil italiano dall’1,5% all’1,2% per il 2018 e dall’1,2% all’1,1% per il 2019 alla luce della “forza inferiore alle attese” manifestata dall’economia nel secondo trimestre del 2018.

Per Moody’s, si legge nell’aggiornamento del suo Global MacroOutlook: 2018-19″,  che aggiorna le previsioni di crescita dei paesi del G20 per il biennio, l’economia globale “resta solida” ma potrebbe aver raggiunto “il suo picco”.

PESA LA GUERRA STATI UNITI-CINA–  Un fattore che influisce negativamente sullo sviluppo globale è sicuramente la tensione commerciale tra Stati Uniti e Cina, scenario questo per il quale non si prospetta un miglioramento. Anzi.  L’abbassamento delle stime di crescita, continua ancora Moody’s nella sua valutazione, è dovuto anche alle “tensioni commerciali degli Stati Uniti con la Cina che peggioreranno quest’anno, pesando sulla crescita globale nel 2019″.

ULTERIORE RIBASSO? – Si legge ancora: “Il nostro scenario di base ora presuppone che l’amministrazione degli Stati Uniti andrà avanti con alcune delle restrizioni supplementari proposte sulle importazioni dalla Cina e che esiste un rischio al ribasso delle previsioni di crescita per l’arrivo di ulteriori tariffe, simili per entità ai nuovi dazi del 25% proposti su 200 miliardi di importazioni dalla Cina e del 25% sulle importazioni di auto e ricambi auto e auto”.

Sorride invece l’economia di Eurolandia che conferma una “crescita più solida”, anche se in rallentamento al 2,1% nel 2018 ed all’1,8% nel 2019.

DEBITO, ITALIA OSSERVATA SPECIALE – Inoltre, Moody’s ha messo sotto osservazione il rating sul debito sovrano dell’Italia, attualmente fissato a “Baa2”,  per un possibile peggioramento.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Moody’s, futuro a passo più lento per l’Italia: stime Pil...