Moody’s declassa l’economia russa: “gravi rischi per la stabilità macroeconomica”

(Teleborsa) – L’agenzia di rating Moody’s prevede che l’economia russa “si contrarrà del 7% in termini reali nel 2022 e diminuirà ulteriormente nel 2023”. Per questo anche l’outlook sulle banche viene portato a negativo e non vede, se non come “improbabile” un upgrade”: ci sono “gravi rischi per la stabilità macroeconomica“, sottolinea il report di Moody’s, le sanzioni “hanno già provocato un notevole shock di fiducia, che probabilmente si tradurrà in una perturbazione prolungata dell’economia e del settore finanziario”.

“Un prolungato deprezzamento del rublo avrà gravi conseguenze economiche sotto forma di inflazione più elevata e standard di vita più bassi. Prelievi significativi di depositi che riducono la liquidità nel sistema bancario aumenterebbero i rischi per la stabilità finanziaria e potrebbero richiedere al governo di intervenire per sostenere il settore bancario”, hanno aggiunto gli analisti dell’agenzia di rating. Sebbene gli afflussi di valuta estera dall’esportazione di petrolio e gas russi dovrebbero attutire l’impatto di queste severe sanzioni, ciò non preclude, secondo Moody’s, l’elevata probabilità di una perturbazione economica prolungata e una maggiore suscettibilità agli shock. Inoltre, un ulteriore inasprimento delle sanzioni imposte alla Russia potrebbe benissimo applicarsi a questa fonte vitale di valuta estera e di entrate del governo.

Moody’s ha inoltre declassato i rating di 39 istituti finanziari russi, a seguito del declassamento dei rating del governo russo a Ca da B3, con outlook negativo. Tra gli istituti finanziari che hanno visto il loro rating abbassato ci sono Alfa-Bank, Credit Bank of Moscow, Gazprombank, Russian Agricultural Bank, Raiffeisenbank, Renaissance Financial Holding Limited. “L’impatto delle sanzioni severe e coordinate annunciate nei giorni scorsi dai paesi occidentali sulla Russia, così come la risposta delle autorità russe – spiega Moody’s – si riflettono anche nel passaggio del Macro Profile della Russia a ‘Very Weak‘ da ‘Weak+'”.