Moncler si conferma la peggiore del FTSE MIB su timori Cina

(Teleborsa) – Affonda sul mercato Moncler, che soffre con un calo del 2,94%. Il titolo è da stamattina il peggiore fra le Blue Chips milanesi e sconta le ansie relative all’impatto del Coronavirus sul business, nonostante i positivi numeri dell’esercizio 2019. Le vebndite in Cina sarebbero calate dell’80% dallo scoppio dell’epidemia. Un impatto che ha costretto Societe Generale a tagliare il giudizio sul titolo a Hold da Buy con riduzione del TP a 44,7 euro.

La tendenza ad una settimana dell’azienda nota per i piumini è più fiacca rispetto all’andamento del FTSE MIB. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Lo status tecnico di medio periodo di Moncler ribadisce la trendline negativa. Tuttavia, analizzando il grafico a breve termine, si evidenzia un andamento meno intenso della linea ribassista che potrebbe favorire uno sviluppo positivo della curva verso l’area di resistenza individuata a quota 39,24 Euro. Eventuali spunti rialzisti supportano l’obiettivo del top a 40,79, mentre il primo supporto è stimato a 37,69.

(Foto: © TEA/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Moncler si conferma la peggiore del FTSE MIB su timori Cina