Moda, nel 2018 continua la crescita trainata dai mercati “emergenti” che supereranno l’Occidente 

Le vendite dovrebbero aumentare in media tra il 3,5% e il 4,5% e raggiungere i 2.500 miliardi di dollari 

(Teleborsa) Fine anno, tempo di previsioni. Quelle che riguardano il settore della moda fanno (più che) sorridere.

L’industria della moda, infatti, a livello mondiale continuerà a crescere anche nel 2018. Le vendite dovrebbero aumentare in media tra il 3,5% e il 4,5% e raggiungere i 2.500 miliardi di dollari. In crescita rispetto alle stime per il 2017, pari al 2,5-3,5%, e oltre il triplo del valore registrato nel 2016, rimanendo tuttavia al di sotto della media di lungo periodo pari al 5,5%. Il margine di profitto (ante imposte) del settore dovrebbe rimanere stabile al 10%. Sono queste le previsioni del nuovo report The State of Fashion 2018 realizzato da The Business of Fashion e McKinsey & Company.

SORPASSO ALL’OCCIDENTE – Questa nuova crescita sarà trainata principalmente dai mercati emergenti in Asia, Africa, America Latina e in Europa. Le stime elaborate da BoF e McKinsey mostrano che i mercati emergenti dell’Asia (tra cui India, Vietnam e Cina) raggiungeranno nel 2018 una crescita del fatturato tra il 6,5% e il 7,5%, mentre le controparti europee (come Romania, Russia e Turchia) resteranno leggermente indietro, con un incremento stimato tra il 5,5% e il 6,5%. Al contrario, i mercati maturi del Nord America e dell’Europa cresceranno solamente tra l’1% e il 3%.

Nel 2018, oltre la metà delle vendite del settore fashion a livello globale sarà generata dai nuovi mercati orientali e non da quelli ormai consolidati dell’Europa occidentale e del Nord America”, ha affermato Imran Amed, fondatore e direttore di The Business of Fashion (BoF). “Ci troviamo a un punto di svolta importante: i leader del settore si stanno attrezzando per continuare a crescere in un contesto in continua evoluzione, con nuove tecnologie, nuovi consumatori e uno scenario macro-economico imprevedibile, che impone loro di cambiare rapidamente strategie e modelli operativi”.

I NUOVI TRENDIl report identifica dieci trend che eserciteranno un impatto significativo sul settore della moda nel prossimo anno. Alcuni saranno il risultato degli sviluppi dell’economia mondiale, come ad esempio il ruolo dell’Asia quale pioniere nell’innovazione tecnologica. I Paesi di questo continente hanno da tempo superato i mercati occidentali in questo ambito: oltre la metà delle vendite online a livello globale e i due terzi degli unicorni dell’e-commerce – startup la cui valutazione supera il miliardo di dollari – provengono infatti dall’Asia. Altri trend verranno invece creati dai consumatori: tra questi è inclusa la crescita continua delle piattaforme online, con cui i retailer tradizionali faticano a stare al passo. “Brand e retailer hanno smesso di interrogarsi sulla possibilità di collaborare o meno con le piattaforme online. Ora il loro focus è sulle modalità più efficaci per farlo, avviando partnership vincenti”, ha aggiunto Antonio Achille. Un terzo dei manager del settore intervistati ritiene che il dominio delle piattaforme online costituirà uno dei trend principali definiti dai consumatori nel 2018.

 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Moda, nel 2018 continua la crescita trainata dai mercati “emerge...