Mix tasse-burocrazia gravano su imprese per 138 miliardi

(Teleborsa) – Il mix di tasse e burocrazia pesa ogni anno sui bilanci delle imprese italiane per 138 miliardi di euro. Penalizzate, in particolar modo, le realtà di piccola e media dimensione. A scattare la fotografia l’Ufficio studi della CGIA: a fronte di un gettito complessivo annuo di 81,2 miliardi di euro di tasse versate all’erario, il costo annuo sostenuto dalle nostre imprese per la gestione dei rapporti con la Pubblica
Amministrazione è di oltre 57 miliardi. In buona sostanzaprosegue l’associazione degli artigiani mestriniun giogo da 138,3 miliardi di euro all’anno, pari a quasi 8 punti di Pil, che zavorra le aziende e frena l’economia del Paese.

“Il Governo – sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo – dovrebbe cominciare a lavorare per ridurne l’impatto, innanzitutto calando il numero di leggi attraverso l’abrogazione di quelle più datate, evitando la sovrapposizione legislativa che su molte materie ha generato incomunicabilità, mancanza di trasparenza, incertezza dei tempi ed adempimenti sempre più onerosi”.

Secondo “The European House- Ambrosetti”, la produzione legislativa del nostro Paese non ha eguali in Europa.In Italia, si stima vi siano 160.000 norme, di cui 71.000 promulgate a livello centrale e il resto a livello regionale e locale.In Francia sono 7.000, in Germania 5.500 e nel Regno Unito 3.000.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mix tasse-burocrazia gravano su imprese per 138 miliardi