MISE, pervenute 85 domande per il programma imprese e competitività

(Teleborsa) – Ieri al termine primo giorno utile, risultano presentate, 85 domande per l’intervento del Programma operativo nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 Fondo Europeo si Sviluppo Regionale (FESR) in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni elettroniche e per l’attuazione dell’Agenzia digitale italiana e nell’ambito di specifiche tematiche rilevanti per l’ “industria sostenibile” nelle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

Il processo di caricamento delle domande -fa sapere il MISE- è avvenuto regolarmente nell’arco dell’intera giornata, a partire dalle ore 10.00, fino a registrare questo consistente numero di domande, delle quali 34 a valere sull’intervento agevolativo “Agenda digitale” e 51 a valere sull’intervento agevolativo “Industria sostenibile”. Il fabbisogno di tali domande è ben superiore alle risorse disponibili, pari a complessivi 200 milioni di euro per entrambi i suddetti interventi agevolativi.

Come già avvenuto per il precedente bando Horizon 2020, anch’esso dedicato alle regioni del Mezzogiorno, le imprese di tali territori hanno mostrato apprezzamento per le particolari misure, agevolative e procedurali, appositamente studiate per stimolare maggiormente l’interesse delle imprese verso uno strumento finalizzato a finanziare progetti di grandi dimensioni di ricerca e innovazione, con costi compresi tra 5 e 40 milioni di euro.

Il MISE fa sapere che ora verrà avviata l’attività istruttoria, che consentirà di selezionare i progetti di ricerca e sviluppo maggiormente promettenti in termini di innovazione di prodotto o processo e che potranno consentire alle imprese proponenti di conquistare posizioni competitive di maggiore rilievo anche attraverso l’industrializzazione dei relativi risultati.

 

 

MISE, pervenute 85 domande per il programma imprese e competitivi...