Ministro Dadone (PA), migliorare connessione banche dati delle pubbliche amministrazioni

(Teleborsa) – Il primo nodo da risolvere per innovare la pubblica amministrazione è far dialogare tra loro le banche dati delle pubbliche amministrazioni, in modo che un documento già presentato da un cittadino a una pubblica amministrazione non possa essere chiesto nuovamente da un’altra.

È quanto dichiarato dal ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone in un intervento su Il Riformista. “Le amministrazioni si devono parlare, devono essere interconnesse e aiutare il cittadino, non appesantirlo con richieste doppie, triple o peggio”, ha scritto Dadone.

Il ministro 5 Stelle auspica anche “una sana competizione” tra le pubbliche amministrazioni del Paese, che dovrebbero anche “pubblicare i tempi di erogazione di una pratica online per permettere ai cittadini di sapere in quanto tempo, per esempio, possono avere un certificato a Torino o a Roma”.

La Dadone annuncia anche che ha chiesto di utilizzare parte dei soldi del Recovery Plan per restaurare spazi di demanio pubblico per creare hub della pubblica amministrazione, presidi di coworking e sedi di formazione. Su questo ultimo tema ha aggiunto: “La mia idea è quella di sviluppare un soggetto nazionale per la selezione e la formazione del dipendente pubblico, dirigenziale e non dirigenziali, di ogni comparto, ambito o livello”.

La ministra spende parole per difendere i dipendenti pubblici durante l’emergenza Covid-19: “L’ho detto a più riprese e lo rivendico: lo smart working ha salvato la macchina della Stato”. E ancora:”Gestire la pubblica amministrazione è come amministrare la più grande impresa del Paese e nessuno amministra la propria azienda insultando i dipendenti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ministro Dadone (PA), migliorare connessione banche dati delle pubblic...