Milleproroghe, slittano gli emendamenti del governo

(Teleborsa) – Sarà mercoledì la giornata chiave per gli emendamenti del governo al Milleproroghe che verrano depositati in mattina, come confermato alle commissioni Affari costituzionali e Bilancio dalla sottosegretaria ai rapporti con il Parlamento, Simona Malpezzi.

Nel pomeriggio dunque riprenderanno i lavori delle commissioni congiunte. Tra le misure previste, ancora in stato di bozza, ci sarebbero quelle relative al sostegno ai lavoratori delle aziende in crisi, a partire dall’ex Ilva (19 milioni per il 2020), passando per i call center, la Cigs per 12 mesi per le imprese che si trovano nelle aree di crisi industriale in Campania e Veneto, e la mobilità in deroga per le aree Venezia-Porto Marghera e altre della Campania.

In bozza anche l’aumento di 22 milioni per il G20 del 2021 e la possibilità di conferire ai neo pensionati della P.A. incarichi di tutoraggio dei nuovi assunti: prevista anche l’assunzione di 1.600 ricercatori nel sistema universitario tra il 2020 e il 2022.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milleproroghe, slittano gli emendamenti del governo