Milleproroghe, Anief presenta in Parlamento più di 20 proposte per scuola Università, AFAM e ricerca

(Teleborsa) – E’ tempo di Milleproroghe, l’ufficio legale del sindacato della scuola Anief ha presentato delle proposte di emendamento alla prima e quinta commissione della Camera dove è in corso l’esame del provvedimento. “E’ un momento importante dal momento in cui il Governo non ha una maggioranza di governo assoluta, ma una relativa, nei due rami del Parlamento, il particolar modo in Senato”, ricorda il Presidente del sindacato Marcello Pacifico, aggiungendo che questo porta il sindacato a “far sentite con maggiore forza le ragioni del personale della scuola e dell’università e ricerca”.

“Abbiamo chiesto – spiega – la proroga delle norme per i lavoratori fragili, che scadono a febbraio, per tutto lo stato di emergenza, almeno fino al 30 aprile 2021. Per quanto riguarda i precari, abbiamo chiesto la proroga della riapertura delle graduatorie ad esaurimento per tutto il personale in possesso del titolo di abilitazione e, di fatto, la proroga dei termini per partecipare ai concorsi straordinari, trasformandoli in concorsi non più selettivi, ma in concorsi per titoli, e cercando così di ottemperare a quanto ci chiede l’Europa”.

“Abbiamo chiesto – riepiloga il sindacalista – norme che proroghino la mobilità straordinaria su tutto l’organico per il personale già
inserito, proprio a fronte delle limitazioni che abbiamo avuto durante la pandemia, la proroga anche dell‘utilizzo dei dirigenti negli incarichi degli assistenti e tecnici già utilizzati nelle scuole, l’estensione al 30 giugno dei contratti dell’organico Covid o anche al 31 agosto laddove i posti sono vacanti e disponibili, la trasformazione dei posti da organico di fatto ad organico di diritto per il sostegno, la proroga delle norme sui pensionamenti, anche con la previsione di una finestra, per svecchiare il personale docente ed anche per tutelare il personale più vecchio dal rischio contagio. .

“Le proposte riguardano anche la proroga delle norme per potenziare i posti sull’infanzia, dopo quello che è avvenuto per la primaria e secondaria e per il personale ATA, – prosegue Pacifico – la proroga dell’utilizzo dei contratti di facente funzioni Dsga, che come sappiamo sono stati chiamati fino al 31 dicembre, poi alcuni di essi sono stati licenziati e sono rientrati ai precedenti servizi, lasciando il posto ai vincitori di concorsi, in un momento in cui la scuola si trova in grande difficoltà per la gestione delle risorse per fronteggiare il Covid. E ovviamente, abbiamo chiesto anche la proroga dei contratti per i posti di sostegno e la partecipazione alle prove suppletive di tutti coloro che, in ragione della quarantena, non hanno potuto partecipare alle prove concorsuali”.

“Chiesta anche la proroga di norme che vadano a riaprire i termini per assumere ricercatori dell’università, anche a tempo indeterminato, e questo è molto importante visto che c’è una causa in corso davanti alla giustizia europea. La stessa anche per la proroga dei termini delle istituzioni Afam“.

“Si tratta – conclude il Presidente di Anief – di norme che alla fine riguardano cose che devono essere fatte per garantire il rispetto della normativa comunitaria, ma anche per dare delle risposte al personale, che in questo momento con grande sacrificio sta cercando di portare avanti e garantire il diritto all’istruzione senza mai dimenticare il diritto all’ascolto”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milleproroghe, Anief presenta in Parlamento più di 20 proposte per sc...