Milano sotto le vendite. Cauti gli altri mercati UE

(Teleborsa) – Seduta no per la Borsa di Milano, mentre gli altri mercati europei non hanno ancora deciso la direzione da prendere.

In forte calo le banche e gli oil, quest’ultimi sull’ennesimo crollo del Light Sweet Crude Oil (-3,48%).

Dal fronte macro, l’indice IFO è sceso a gennaio più delle attese, rivelando un’economia tedesca non proprio brillante.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,22%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 108 punti base, con un lieve calo di 2 punti base.

Tra i listini europei, ferma Francoforte, trascurata Londra, nulla di fatto per Parigi.

Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,91%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Saipem, che mostra un forte aumento del 6,71% nel primo giorno dell’aumento ed in attesa della conferma di un importante contratto con l’Iran.

Decolla YOOX NET-A-PORTER, con un importante progresso del 2,56%.

Andamento positivo per Enel Green Power, che avanza di un discreto +1,42%.

Seduta drammatica per le banche, con UBI Banca in flessione del 4,68% ed Unicredit del 4,16%. Sensibili perdite anche per Banca Popolare di Milano, in calo del 3,97%, Banco Popolare -3,85%. Si sgonfia MPS +0,20%, dopo l’exploit di questa mattina.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano sotto le vendite. Cauti gli altri mercati UE