Milano si conferma sulla parità. Deboli gli altri Listini europei

(Teleborsa) – Seduta al ribasso per le borse europee, mentre tiene Piazza Affari, che si conferma sulla linea di parità. Le borse confermano così una grande prudenza, in attesa stasera del dibattito TV per le elezioni USA e in settimana di una serie di dati macro importanti.

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,35%. Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell’1,39% a quota +138 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,85%.

Tra i listini europei sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,39%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,38%, ferma Parigi, che segna un quasi nulla di fatto. Stabile anche Milano, con una variazione pari a +0,07% sul FTSE MIB.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Atlantia (+2,24%), in attesa dei CdA di oggi per la “risposta” al Governo.

Bene anche A2A (+1,48%), Enel (+1,24%) e STMicroelectronics (+1,17%).

La peggiore è Saipem, che prosegue le contrattazioni in calo del 2,49%.

Tonfo di Exor, che mostra una caduta del 2,05%.

Si concentrano le vendite su Unipol, che soffre un calo dell’1,88%.

Vendite su Leonardo, che registra un ribasso dell’1,71%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Acea (+3,21%), SOL (+2,17%), Technogym (+1,80%) e RCS (+1,79%).

Giù Brunello Cucinelli, che prosegue le contrattazioni a -2,60%.

Seduta negativa per Autogrill, che mostra una perdita dell’1,56%.

Sotto pressione Ferragamo, che accusa un calo dell’1,49%.

Scivola Cerved Group, con un netto svantaggio dell’1,43%.

(Foto: © Luca Ponti | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano si conferma sulla parità. Deboli gli altri Listini europei