Milano resta sulla parità, allineata ai listini europei

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente in vista del vertice del G20 a Osaka che inizierà domani mentre sembrano aumentare le probabilità di un accordo commerciale tra USA e Cina.

Dal fronte macro brutte notizie per la Spagna con l’inflazione in rallentamento e per l’Italia con la fiducia imprese e consumatori in calo. Per la Zona Euro, invece, la fiducia nell’economia risulta in peggioramento.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,05%. Sessione debole per l’oro, che scambia con un calo dello 0,25%. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 58,8 dollari per barile, con un calo dello 0,98%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +244 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,13%.

Tra le principali Borse europee incolore Francoforte, che non registra variazioni significative rispetto alla seduta precedente, contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,35%, senza slancio Parigi, che negozia con un -0,19%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,15% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 23.002 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,21%); consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,02%).

Buona la performance a Milano dei comparti chimico (+1,71%), bancario (+1,11%) e tecnologia (+1,09%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-0,79%), alimentare (-0,58%) e costruzioni (-0,53%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per UBI Banca, che registra un progresso del 2,99%.

Ben impostata Unicredit, che mostra un incremento dell’1,92%.

Tonica Moncler che evidenzia un bel vantaggio dell’1,40%.

In luce Prysmian, con un ampio progresso dell’1,29%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Unipol, che continua la seduta con -1,59%.

Preda dei venditori Italgas, con un decremento dell’1,56%.

Si concentrano le vendite su Juventus, che soffre un calo dell’1,35%.

Vendite su Leonardo, che registra un ribasso dell’1,33%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mondadori (+2,51%), SOL (+2,38%), Cerved Group (+2,12%) e Biesse (+2,09%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Rai Way, che continua la seduta con -1,73%.

Seduta negativa per Tinexta, che mostra una perdita dell’1,64%.

Sotto pressione Mediaset, che accusa un calo dell’1,53%.

Guadagno moderato per Ivs Group, che avanza dello 0,98%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano resta sulla parità, allineata ai listini europei