Milano prudente insieme ai Listini europei

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. L’incertezza si ha anche sulla piazza di Milano che si posiziona sulla linea di parità, con gli investitori che aspettano indicazioni dal dato sull’inflazione, in arrivo in settimana dagli USA.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,157. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.817,4 dollari l’oncia. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno dell’1,59%.

Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota +114 punti base, mostrando un piccolo calo di 1 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,84%.

Nello scenario borsistico europeo Francoforte è stabile, riportando un moderato -0,2%; andamento cauto per Londra, che mostra una performance pari a -0,12%. Piccolo passo in avanti per Parigi, che mostra un progresso dello 0,21%. Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,18% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 30.461 punti.
Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, bilancio decisamente positivo per Tenaris, che vanta un progresso dell’1,98%.

Buona performance per Leonardo, che cresce dell’1,84%.

Sostenuta Buzzi Unicem, con un discreto guadagno dell’1,70% che beneficia dei risultati di bilancio e dell’ok al piano di infrastrutture USA, da parte della camera.

Buoni spunti su Inwit, che mostra un ampio vantaggio dell’1,52%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Telecom Italia, che continua la seduta con -3,11%.

Si concentrano le vendite su Nexi, che soffre un calo dell’1,61%.

Vendite su Stellantis, che registra un ribasso dell’1,22%.

Seduta negativa per Enel, che mostra una perdita dell’1,21%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Salcef Group (+5,80%), Brunello Cucinelli (+3,98%), Unieuro (+3,59%) e Tinexta (+3,14%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Cattolica Assicurazioni, che ottiene -3,17%.

Sotto pressione doValue, che accusa un calo dell’1,55%.

Scivola Saras, con un netto svantaggio dell’1,01%.

Sottotono Juventus che mostra una limatura dello 0,98%.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano prudente insieme ai Listini europei