Milano prosegue gli scambi sui livelli precedenti, replicando esattamente il comportamento delle Borse europee

(Teleborsa) – Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia. Sostanzialmente stabile l’S&P-500 sulla piazza americana, che segna una variazione percentuale pari a +0,05% sulla delusione per le statistiche sul mercato del lavoro a stelle e strisce.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,08%. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,49%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,29%.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a +155 punti base, con un calo di 4 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,32%.

Tra gli indici di Eurolandia nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, e senza slancio Parigi, che negozia con un -0,09%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 24.021 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 26.181 punti, sui livelli della vigilia. Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,02%); in frazionale calo il FTSE Italia Star (-0,4%).

Utility (+1,41%) e automotive (+1,10%) in buona luce sul listino milanese.

Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti tecnologia (-1,57%), vendite al dettaglio (-1,34%) e alimentare (-1,34%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Ferrari che segna un importante progresso del 2,13%.

In luce Enel, con un ampio progresso dell’1,53%.

Andamento positivo per Snam, che avanza di un discreto +1,49%.

Ben comprata Italgas, che segna un forte rialzo dell’1,42%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Fineco -3,07%.

Lettera su Nexi, che registra un importante calo del 2,15%.

Scivola STMicroelectronics, con un netto svantaggio dell’1,98%.

In rosso Diasorin, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,84%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Banca MPS (+19,69%), Falck Renewables (+4,00%), Mondadori (+3,45%) e Saras (+3,02%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Mutuionline -4,76%.

Affonda Datalogic, con un ribasso del 3,15%.

Crolla MARR, con una flessione del 2,59%.

Spicca la prestazione negativa di Banca Popolare di Sondrio, che scende dell’1,95%.

(Foto: © Antonio Truzzi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano prosegue gli scambi sui livelli precedenti, replicando esattame...