Milano non si allontana dalla parità, allineata ai Listini europei

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. L’incertezza si ha anche sulla piazza di Milano che si posiziona sulla linea di parità. A incidere sull’andamento dei Listini sono la contrazione della produzione industriale tedesca ad aprile e l’incertezza sulla completa eliminazione delle restrizioni per la pandemia nel Regno Unito a fine giugno.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,217. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,33%. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 68,64 dollari per barile, in calo dello 0,85%.

Lieve peggioramento dello spread, che sale a +107 punti base, con un aumento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,86%.

Tra i listini europei nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, sostanzialmente tonico Londra, che registra una plusvalenza dello 0,21%, e guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,22%.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 25.822 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 28.303 punti.

Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,04%); sulla stessa tendenza, senza direzione il FTSE Italia Star (+0,05%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Banca Mediolanum (+1,50%), Nexi (+1,38%), Banca Generali (+1,06%) e CNH Industrial (+1,01%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unipol, che prosegue le contrattazioni a -1,08%.

Scivola Pirelli, con un netto svantaggio dell’1,04%.

Discesa modesta per Saipem, che cede un piccolo -0,9%.

Pensosa Tenaris, con un calo frazionale dello 0,89%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Technogym (+2,66%), Acea (+1,94%), Esprinet (+1,90%) e Banca MPS (+1,62%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Webuild, che ottiene -2,58%.

Tonfo di Astaldi, che mostra una caduta del 2,00%.

In rosso ENAV, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,95%.

Spicca la prestazione negativa di Rai Way, che scende dell’1,70%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano non si allontana dalla parità, allineata ai Listini europei