Milano marcia in positivo assieme ai Mercati europei

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei, con il FTSE MIB che mette a segno la stessa performance positiva del Vecchio Continente. Gli investitori guardano al dato sull’occupazione statunitense: le aspettative sono di segnali di crescita che possano far ridurre i timori per la salute della più grande economia mondiale.

Sul mercato valutario, nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,11. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.473,6 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 58,35 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +166 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,36%.

Tra le principali Borse europee composta Francoforte, che cresce di un modesto +0,26%. Ben comprata Londra, che segna un forte rialzo dello 0,76%. Performance modesta per Parigi +0,51%. Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,31%.

In buona evidenza a Milano i comparti tecnologia (+1,35%), beni per la casa (+0,77%) e materie prime (+0,73%).

Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti vendite al dettaglio (-0,52%), chimico (-0,51%) e alimentare (-0,41%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, STMicroelectronics avanza dell’1,48%.

Si muove in territorio positivo Moncler, mostrando un incremento dell’1,33%.

Denaro su Unicredit, che registra un rialzo dell’1,23%.

Resistente Prysmian, che segna un piccolo aumento dello 0,96%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Ferragamo, che prosegue le contrattazioni a -0,53% su prese di profitto dopo la corsa della vigilia.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Tinexta (+2,11%), De’ Longhi (+1,91%), Mutuionline (+1,73%) e Mediaset (+1,49%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Maire Tecnimont, che continua la seduta con -1,95%.

Seduta negativa per FILA, che mostra una perdita dell’1,59%.

Sotto pressione CIR, che accusa un calo dell’1,49%.

Scivola Falck Renewables, con un netto svantaggio dell’1,30%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano marcia in positivo assieme ai Mercati europei