Milano inverte la rotta. Caute le altre borse europee

(Teleborsa) – Piazza Affari ci ripensa e passa in territorio negativo, mentre le principali Borse europee restano ancorate ai valori della vigilia.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,242. L’Oro vale 1.347,8 dollari l’oncia. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 62,11 dollari per barile.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 131 punti base, evidenziando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,04%.

Tra gli indici di Eurolandia sostanzialmente invariata Francoforte, che riporta un misero -0,07%, resta vicino alla parità Londra (-0,13%) mentre Parigi registra un deciso rialzo dell’1,13%.

Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dello 0,70% sul FTSE MIB, interrompendo la serie di tre rialzi consecutivi iniziata mercoledì scorso.

Risultato positivo a Piazza Affari per il settore Materie prime, con un +3,07% sul precedente. Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano i comparti Chimico (-2,25%), Automotive (-1,69%) e Immobiliare (-1,57%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Tenaris, con una marcata risalita del 3,11% grazie al rialzo del prezzo del greggio. Positivo Banco BPM, che vanta un progresso dell’1,08% dopo l’ok della BCE ai modelli interni per i requisiti patrimoniali. Le peggiori performance, invece, si registrano su Fiat Chrysler, che ottiene un -1,83%. Calo deciso per Ferrari, che segna un -1,81%. Sotto pressione Moncler, con un forte ribasso dell’1,79%. Soffre Enel, che evidenzia una perdita dell’1,60%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Cerved Information Solutions (+2,51%), Cementir (+2,28%), Aeroporto di Bologna (+1,26%) e Ansaldo (+0,65%). Le peggiori performance, invece, si registrano su IGD, che ottiene un -3,19% nel giorno del raggruppamento. Tonfo di FILA, che mostra una caduta del 2,74%. Lettera su RCS, che registra un importante calo del 2,67%. Affonda El.En, con un ribasso del 2,53%.

Sul listino completo, giù Creval -7,58% nel primo giorno dell’aumento di capitale. Brilla CAD IT +8,16% allineandosi al prezzo dell’OPA lanciata da Quarantacinque finalizzata al delisting. Safilo in rialzo +0,55% dopo cambio al vertice. Banca Carige positiva +5,48%, dopo ingresso nuovo socio nel capitale. Rai Way in perdita -2,74%, dopo offerta congiunta con F2i per Persidera. Vola Giglio +6,31% dopo accordo per distribuzione Emporio Armani.

Milano inverte la rotta. Caute le altre borse europee