Milano in rosso con il resto d’Europa

(Teleborsa) – Piazza Affari e gli altri principali listini europei viaggiano sui minimi, penalizzati dalla notizia del contagio di Donald Trump e in attesa del dati sul mercato del lavoro USA. Piazza Affari incassa anche la revisione al ribasso del PIL italiano. A penalizzare i mercati anche il crollo delle quotazioni petrolifere.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,173. Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota +134 punti base, mostrando un piccolo calo di 2 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,79%.

Tra i listini europei scivola Francoforte, con un netto svantaggio dell’1,19%, in rosso Londra, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,78%, e spicca la prestazione negativa di Parigi, che scende dello 0,95%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,70% sul FTSE MIB.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, si segnalano Banco BPM (+5,05%), Hera (+2,25%), Telecom Italia (+1,19%) e DiaSorin (+1,02%).

In rosso CNH Industrial, che continua la seduta con -2,89%.

Sensibili perdite per Nexi, in calo del 2,75%.

In apnea Leonardo, che arretra del 2,13%.

STMicroelectronics scende dell’1,78%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Rai Way (+3,96%), Banca MPS (+1,95%), Italmobiliare (+1,71%) e Cattolica Assicurazioni (+1,70%).

La peggiore è Sanlorenzo, che continua la seduta con -5,90%.

Tonfo di Tod’s, che mostra una caduta del 4,04%.

Lettera su Danieli, che registra un importante calo del 3,63%.

Affonda Maire Tecnimont, con un ribasso del 2,65%.

(Foto: © Alessandro Landi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano in rosso con il resto d’Europa